Perché non tutti i pensionati hanno percepito la Quattordicesima

Il primo luglio scorso, i pensionati con assegni bassi, avrebbero dovuto ricevere la quattordicesima mensilità. Purtroppo stiamo parlando usando il condizionale perché la mensilità aggiuntiva non è stata percepita da tutti gli aventi diritto. Molti pensionati con i redditi rimasti invariati rispetto all’anno scorso non gli è stata erogata la quattordicesima. La verità è che l’Inps ha bloccato i pagamenti della mensilità aggiuntiva a coloro che negli ultimi anni non hanno comunicato la propria posizione reddituale con il modello RED all’INPS o che non hanno presentato la dichiarazione dei redditi all’ADE.

COSA DEVONO FARE I PENSIONATI
I pensionati che si trovano in questa condizione e che sono sicuri di essere in possesso dei requisiti reddituali previsti, possono presentare all’INPS di loro competenza, una ricostituzione di pensione per motivi reddituali facendosi assistere da una sede del nostro patronato. Solo dopo la ricostituzione della loro posizione questi pensionati potranno vedersi erogare la quattordicesima. Attraverso tale domanda, in sostanza, il pensionato attesta quali sono i suoi redditi, dando così dimostrazione all’Inps del rispetto dei limiti di reddito previsti dalla legge per godere del beneficio pensionistico (della quattordicesima appunto).

PERCHE’ PRESENTARE SUBITO LA DOMANDA
Presentando subito la domanda, si dovrebbe riuscire ad ottenerla entro l’anno. In parole semplici, coloro che hanno diritto alla quattordicesima mensilità, ma non la ricevono automaticamente, possono passare presso le nostre sedi del patronato ENAC che potete trovare in tutte le provincie d’Italia per presentare la domanda di ricostituzione della pensione.