Tutte le informazioni sulla Quattordicesima


La quattordicesima pensionati 2020, è una prestazione che spetta a quei soggetti che già possiedono una prestazione pensionistica, i quali vengono riconosciuti meritevoli di tale diritto sulla base di parametri restrittivi stabiliti dalla legge. Infatti in Italia su circa 16 milioni di pensionati esistenti solo 3,5 milioni sono meritevoli di tale diritto. A stabilire i criteri d’accesso, ed erogare annualmente la quattordicesima mensilità pensionati 2020, è l’istituto nazionale di previdenza sociale Inps, il quale ogni anno, attraverso il casellario centrale dei pensionati, ha il compito di determinare quali soggetti beneficeranno o meno della quattordicesima.

QUATTORDICESIMA PENSIONATI 2020, A CHI SPETTA
Requisito fondamentale per percepire la quattordicesima mensilità è essere in possesso di una prestazione previdenziale, a tal proposito è opportuno evidenziare come siano escluse da tale diritto tutte le prestazioni a carattere socio assistenziale, ovvero coloro i quali percepiscono pensioni di invalidità civile e assegno sociale.

Il secondo requisito che viene preso in considerazione è quello anagrafico, quindi oltre ad essere in possesso di una prestazione previdenziale per poter fruire della quattordicesima, il pensionato dovrà avere un’età anagrafica pari o superiore a 64 anni. Il terzo requisito per poter accedere alla quattordicesima mensilità è quello reddituale, il quale delimiterà sia il diritto e sia la misura della prestazione.

Quando parliamo di diritto intendiamo che superata una certa soglia reddituale, che nel 2019 era di 13.338,00, non si avrà diritto alla quattordicesima mensilità, mentre quando parliamo di misura intendiamo che al di sotto dei 13.338,00 avremo degli scaglioni reddituali i quali, insieme ai contributi in possesso del pensionato, andranno a determinare i diversi importi della quattordicesima, come riportato nella tabella alla fine dell’articolo.

Ci preme puntualizzare, che nella considerazione dei redditi l’Inps considererà i redditi in due differenti modi:

  • Se si tratta di prima concessione della quattordicesima, ovvero tutti quei pensionati che negli anni precedenti non hanno fruito della prestazione, i redditi che verranno presi in considerazione saranno quelli dell’anno in corso.
  • Nel caso in cui si tratti invece di erogazione successiva alla prima, verranno presi in considerazioni i redditi di tutte le prestazioni conseguite nello stesso anno, e quindi comunicate al casellario pensioni nel mese di febbraio attraverso il modello red, più i redditi diversi da pensione conseguiti nell’anno precedente.

COME FARE DOMANDA DI QUATTORDICESIMA
Come abbiamo già puntualizzato, la quattordicesima non è soggetta ad alcuna domanda da parte del beneficiario, è infatti compito dell’Inps erogare annualmente nel mese di luglio la prestazione a tutti quei soggetti meritevoli di diritto, per tutti coloro i quali raggiungano il requisito anagrafico successivamente al 1° agosto dell’anno corrente la quattordicesima verrà accreditata nella mensilità di dicembre dello stesso anno.

Soltanto in un caso il pensionato dovrà avanzare domanda di quattordicesima inviando una ricostituzione reddituale per quattordicesima, ovvero, nel caso in cui lo stesso non abbia provveduto all’invio del modello red nel mese di febbraio, non dando così la possibilità all’Inps di essere a conoscenza dei redditi dallo stesso posseduti e di conseguenza poter determinare l’esistenza, o meno, del diritto alla prestazione.

QUATTORDICESIMA PENSIONATI COME VIENE EFFETTUATO IL CALCOLO?
Col fine di rendere più chiaro il metodo con il quale viene calcolata la quattordicesima, nonsolopensioni.it ha provveduto all’elaborazione di una tabella all’interno della quale vi sono tutti i parametri finora discussi e l’importo delle prestazioni.

I parametri di riferimento risalgono all’anno precedente, 2019, in attesa che l’inps divulghi i criteri reddituali riferiti all’anno corrente, 2020, i quali verranno prontamente aggiornati all’interno del nostro portale.